gabrieleborsari.com

Superbonus 110 Modena

superbonus 110%

Con le nuove regole che il Governo Meloni ci ha imposto, sono cambiati i criteri per poter usufruire del superbonus 110%. Attualmente è ancora in vigore ma purtroppo moltissimi Italiani sono stati esclusi. Rimangono attive le incentivazioni per quei condomini che avevano presentato le cilas entro il 2022 ma rimangono le difficoltà a poter scambiare i crediti.

Fortunatamente l’ impresa con cui collaboriamo ha ancora capienza e possiamo valutare altri cantieri ma probabilmente ci termineranno le disponibilità entro la fine di Marzo/prima settimana di Aprile. 

Superbonus 110 Modena

Superbonus 110 Modena

Attenzione:

ATTRAVERSO IL GENERAL CONTRACTOR CON CUI COLLABORIAMO ABBIAMO LA POSSIBILITA' DI INSERIRE ANCORA QUALCHE CANTIERE MA SOLAMENTE A QUESTE CONDIZIONI E MASSIMO FINO ALLA FINE DI APRILE:

CONDOMINI DA 2 A 10 UNITA' CON CILAS PRESENTATA NEI TERMINI 2022.

LE UNICHE LAVORAZIONI CHE FACCIAMO SONO: CAPPOTTO, INFISSI (ESCLUSE PORTE DI INGRESSO), FOTOVOLTAICO, BATTERIE, CALDAIE A CONDENSAZIONE O IBRIDE, CLIMATIZZATORI (SOLO PER SOSTITUZIONE DI QUELLI ESISTENTI), COLONNINA DI RICARICA E VALVOLE TERMOSTATICHE.

Attualmente possiamo valutare i cantieri con queste caratteristiche e a cui prepareremo uno studio di fattibilità e il computo metrico. Prima di procedere con lo studio si fa presente che saranno a carico del committente costi pari al 6% del valore del cantiere (oltre alle somme dovute per eventuali lavorazioni non rientranti nel 110%) 

NON PRENDIAMO IN CONSIDERAZIONE CANTIERI CON DEMOLIZIONE E RICOSTRUZIONE O CHE DEBBANO ESEGUIRE LAVORAZIONI DIVERSE DA QUELLE INDICATE QUI SOPRA.

Superbonus 110 Modena

Superbonus 110 Modena

superbonus 110 Modena

cosa viene incentivato?

Gli interventi principali che verranno incentivati sono: il cappotto, il fotovoltaico, le batterie di accumulo per il fotovoltaico, le pompe di calore, le caldaie a condensazione, gli infissi e le colonnine di ricarica. Ci sono anche molti altri interventi che potrebbero usufruire dell’ ecobonus 110% ma vanno valutati nel complesso dal progettista incaricato e nei limiti di spesa.

Purtroppo sembra non lo sia più totalmente senza costi da parte del committente…

tutti possono ristrutturare con il 110%?

Naturalmente come tutti gli incentivi, specialmente se molto generosi, non sono accessibili a tutti e dopo moltissime varianti e limitazioni sono stati praticamente affossati e si andrà verso una normalizzazione degli incentivi come da pre covid.

D’ altra parte questi incentivi erano molto allettanti e attualmente hanno delle indicazioni assai rigide.

In questo momento solo i condominio (e nello specifico quelli che hanno già presentato la cilas nel 2022) possono sperare di usufruire. Dico sperare perchè sono ancora presenti grossi problemi a scambiare i crediti e quindi non è facile trovare chi ha ancora la possibilità di poterli accettare.

Ottenere queste agevolazioni (superbonus 110%)  permette di ristrutturare senza esborsi da parte di chi maturerà il diritto. Premetto che attualmente quelle poche imprese riescono a cedere ancora i crediti e molte di queste sono costrette a richiedere contributi al committente in quanto la cessione degli stessi è diventata più esigente.

ristrutturare gratis (o con piccole percentuali rapportate al costo totale dell’intervento) è una offerta troppo allettante per rifiutarla…

superbonus 110 Modena

possiamo valutare cantieri a:

Modena

 

Bastiglia, Bomporto, Campogalliano, Camposanto, Carpi, Castelfranco Emilia, Castelnuovo Rangone, Castelvetro di Modena, Cavezzo, Concordia sulla Secchia, Fanano, Finale Emilia, Fiorano Modenese, Formigine, Maranello, Marano sul Panaro, Medolla, Mirandola, Modena, Nonantola, Novi di Modena, Ravarino, San Cesario sul Panaro, San Felice sul Panaro, San Possidonio, San Prospero, Sassuolo, Savignano sul Panaro, Soliera, Spilamberto e Vignola

superbonus 110 Modena

superbonus 110 Modena

come funziona l’ ecobonus 110%

Questa fantastica opportunità (praticamente già in dirittura di arrivo) permette di eseguire una serie di interventi mirati a rendere la propria casa molto efficiente dal punto di vista energetico. Infatti la maggior parte delle abitazioni italiane attualmente sono molto energivore e costringono le persone a utilizzare energia in modo massiccio per mantenerle la giusta temperatura all’interno delle stanze abitabili.

Ogni abitazione dovrebbe avere un cappotto che protegge dal calore estivo e dal freddo invernale. Dovrebbe altresì avere infissi che isolano altrettanmto bene dalle temperature ma anche dal rumore esterno. Anche un buon ricambio dell’ aria costante oltre ad impianti efficenti che producono e distribuiscono l’ energia senza sprechi e in modo green.

Tutto questo è possibile con le tecnologie attualmente disponibili. Sfruttando l’ ecobonus tutto questo lo si potrà ottenere quasi gratuitamente cedendo il credito di imposta con sconto in fattura. Peccato che le ultime disposizioni del governo abbia deciso di eliminare la possibilità di cedere il credito rendendo praticamente le persone a basso reddito impossibilitati a usufruire di questa incentivazione. 

lo sconto in fattura

Lo sconto in fattura a causa della non possibilità di cedere il credito attualmente non è più praticabile. Solo le persone con reddito sufficiente e con possibilità economica adeguata si potrà permettere di ristrutturare casa beneficiando della detrazione fiscale. Purtroppo una agevolazione nata per agevolare finalmente chi ha meno possibilità economiche è stata affossata lasciando questa opportunità solo a chi ha un buon reddito.

Riteniamo questo decreto era una grossissima opportunità da non lasciarsi sfuggire. Magari da rivedere per evitare le truffe ma non da affossare. Moltissime imprese si sono trovate in grosse difficolta’ a causa di questi continui cambiamenti.

PECCATO!!

Link che potrebbero interessarti

sanificazione, allergie respiratorie, come proteggersi da virus e batteri, ventilazione meccanica, linee vita, fotovoltaico

per qualsiasi richiesta di informazioni aggiuntive siamo di Modena e possiamo agevolmente effettuare un sopraluogo gratuito