Seleziona una pagina

 

 Autoregolazione

Cavi scaldanti Autoregolanti

Agenzia per Modena, Bologna e Reggio Emilia

Borsari Gabriele 338 8922464 

Il cavo scaldante

Il cavo scaldante è molto utilizzato sia in campo civile che in quello industriale. La sua caratteristica è quella di scaldarsi quando viene alimentato da energia elettrica. In funzione delle caratteristiche di ogni cavo si possono risolvere molteplici problematiche. Le principali sono quelle legate al congelamento e antigelo ma si hanno molte soluzioni anche nel riscaldamento e nel mantenimento di determinate temperature.

Autoregolazione

Una delle maggiori innovazioni in questo settore è quella dell’autoregolazione. A differenza del cavo a potenza costante che si scalda un modo uniforme su tutta la lunghezza, quello autoregolante è in grado di modulare automaticamente la sua temperatura in funzione di quella che trova all’ esterno e per ogni centimetro della sua lunghezza. Questo vantaggio lo si ha incredibilmente senza necessità di centraline particolari ma sono le particelle stesse con cui sono costruiti che fanno tutto in modo automatico e sicuro.

https://it.wikipedia.org/wiki/Autoregolazione

cavi scaldanti autoregolanti come funzionano

Alle basse temperature le particelle di grafite presenti nel cavo si avvicinano tra di loro e costituiscono tanti collegamenti in parallelo tra i due conduttori in rame stagnato. Quando si alimentano i conduttori, il cavo comincia a riscaldarsi generando calore. Man mano che la temperatura si innalza, il nucleo polimerico a livello microscopico comincia ad espandersi, rompendo i collegamenti in grafite tra i conduttori di rame. Ne consegue un aumento della resistenza del cavo, per cui diminuisce l’assorbimento e quindi il calore generato. Quando viene raggiunta la temperatura di progetto di quel determinato cavo si otterrà un equilibrio termico tra le perdite della tubazione e la potenza termica prodotta dal cavo.

Durata dell’ autoregolazione

La resistenza del cavo può aumentare a tal punto che l’assorbimento di potenza diventa praticamente zero. Questo processo è reversibile. Infatti quando il cavo si raffredda, si ricompongono i collegamenti tra i conduttori di rame e diminuisce quindi la resistenza. Il cavo in questa fase assorbe più potenza. Questa caratteristica autoregolante dipende dalla “memoria” del suo nucleo. In ogni fase termica si espande si contrae a seconda della temperatura. L’ autoregolazione ci assicura che il cavo non può surriscaldarsi e quindi bruciare poiché si protegge da solo. Inoltre non necessita di termostato se non per gestire in automatico l’accensione solo nei momenti necessari. 

 

Cavo scaldante a potenza costante

Il cavo scaldante tradizionale a potenza costante è molto più economico e ha dei grossi limiti di utilizzo. Praticamente è una semplice resistenza e non è molto affidabile. Infatti, scaldandosi sempre allo stesso modo su tutta la lunghezza è soggetto a surriscaldarsi nel caso di sovrapposizioni o zone di non contatto. Per esempio nel caso in cui due punti venissero sormontati o ci fosse parte del cavo che non riuscisse a disperdere il calore, ci sarebbe un surriscaldamento puntuale e possibili interruzioni di funzionamento. Per questo motivo il cavo a temperatura costante deve essere utilizzato solamente sotto scrupolosa e attenta progettazione. Meglio impiegarli su installazioni che non siano di fondamentale interesse.

Vantaggi

Il cavo autoregolante, a differenza di quello a potenza costante, ha la particolarità di potersi adattare al reale fabbisogno di energia. Ogni centimetro della sua lunghezza avrà la sua temperatura in modo autonomo ed efficente. Il cavo autoregolante assicura la corretta quantità di calore esattamente dove serve. Quando la temperatura scende, viene prodotta una maggiore quantità di calore ma non ovunque. Al contrario, quando la temperatura sale, viene prodotta una minore quantità di calore e, se ci fossero sovrapposizioni o zone che non fossero disperdenti si autoregolerebbero in ogni momento e situazione.

Ma i vantaggi sono molti di più….

  •  Sono “cavi intelligenti” perchè possono essere sovrapposti senza rischio di surriscaldamento
  •  Possono essere tagliati a misura anche pochi centimetri.  Quindi maggior flessibilità quando il progetto non corrisponde alla situazione “reale” del cantiere.
  • La lunghezza del tubo corrisponde alla lunghezza esatta del cavo necessario

Contattaci

12 + 4 =